Dr. Massimiliano Ciarmatori

Sono un Biologo Nutrizionista specializzato in nutrizione e dietetica. Dopo la laurea magistrale ho conseguito diversi master specialistici: in nutrizione clinica, sportiva, nutrigenetica e medicina nutrizionale e metabolomica. Mi occupo con estrema professionalità della valutazione dei fabbisogni nutritivi ed energetici sia in condizioni fisiologiche che patologiche e negli sportivi professionisti e/o amatoriali. Elaboro piani dietetici personalizzati a seconda delle esigenze specifiche, tutte volte a migliorare lo stato di benessere e salute.

Grazie ai grandi progressi scientifici nel campo della genetica, della medicina predittiva e alle ricerche scientifiche portate avanti in questi ambiti, propongo da diversi anni test genetici (studio del DNA), dai quali è possibile ricavare numerosissime informazioni di grande rilevanza per la nostra salute.                                                                                        L’analisi genetica permette infatti di offrire una consulenza ancora più personalizzata al paziente e interpretare le possibili intolleranze come quelle al glutine, al lattosio e/o a determinati alimenti.

Una specialità dedicata a

Il nutrizionista è lo specialista che si occupa del rapporto tra alimentazione, nutrizione e stato di benessere psicofisico della persona.

Visite ed esami

Rivolgiti al nutrizionista, quando

La visita nutrizionistica è consigliata a coloro che desiderano:

  • Dimagrire
  • Combattere a tavola problemi quali: colesterolo, reflusso gastrico, diabete, ipertensione, ma anche cistiti, candidosi, ritenzione idrica, gonfiori addominali, celiachia, intolleranze alimentari, ecc.
  • Imparare a conoscere quello che si mangia, migliorando il proprio stile di vita
  • Prevenire l’invecchiamento precoce attraverso un’alimentazione corretta
  • Sportivi professionisti e/o amatoriali che vogliano migliorare la prestazione sportiva e prevenire gli infortuni.

Che cos’è la visita nutrizionistica?

La visita nutrizionistica consente allo specialista di valutare lo stile di vita e le abitudini alimentari della persona, lo stato di salute nel suo complesso ed eventuali patologie, gli obiettivi da raggiungere insieme attraverso un percorso di educazione alimentare.

A cosa serve la visita con il nutrizionistica?

La visita nutrizionistica  serve per aiutare la persona a perdere peso, prevenire l’invecchiamento precoce con un’alimentazione controllata, imparare a conoscere gli alimenti, prevenire e combattere a tavola diversi ma comuni problemi, quali: colesterolo, diabete ipertensione, reflusso gastrico, cistiti, ritenzione idrica, gonfiori addominali, intolleranze alimentari, ecc.

Come si svolge la visita nutrizionistica?

La visita nutrizionistica è scandita in differenti momenti:

Le visite durano circa 45 minuti e si suddividono in:

  • Prima visita;
  • Ritiro della dieta;
  • Controlli e dieta di mantenimento.

PRIMO INCONTRO

Durante il primo incontro, il nutrizionista effettua un’anamnesi completa della persona:

  •  Storia delle patologie della famiglia e del paziente
  •  Informazioni sulla storia del peso del paziente
  •  Eventuali oscillazioni di peso negli anni, diete in precedenza
  •  Rilevamento di altezza, peso, circonferenze, BMI (Indice di massa corporea)
  • Valutazione della composizione corporea tramite Bioimpedenziometria (BIA) stabilendo la percentuale di massa magra (FFM), massa grassa (FM), corretto stato di idratazione del corpo (TBW), metabolismo basale a riposo (BMR), valutazione del fabbisogno energetico.
  • Anamnesi nutrizionale (abitudini alimentari, stile di vita del paziente, ecc.)
  • Valutazione delle analisi ematochimiche o altri test diagnostici (allergie, intollerenza..)
  • Anamnesi sportiva

Bisogna inoltre portare in visione:

  • Eventuali diete precedenti;
  • Esami di laboratorio, ecografie, ecc. recenti (con data non superiore ai 12 mesi)

SECONDO INCONTRO

CONSEGNA DELLA DIETA

In un secondo incontro, il nutrizionista consegnerà al paziente la sua dieta ossia un menù personalizzato. Lo stesso può anche essere trasmesso tramite e.mail.

Lo specialista, inoltre, fornirà informazioni utili sulle modalità di preparazione e di cottura dei cibi, sui prodotti da eliminare, limitare o preferire, ecc.

INCONTRI PERIODICI

Con il nutrizionista sono previsti anche incontri successivi alla consegna del piano dietetico.                                      Il primo controllo è di solito fissato dopo tre/quattro settimane dall’inizio della dieta; quelli successivi sono stabiliti di volta in volta in accordo con il paziente, normalmente ogni 5-6 settimane. Nel caso venissero riscontrate eventuali difficoltà, sarà possibile modificare o adattare la dieta.                                                                                                                                                                                                     Questi permettono allo specialista di aiutare il paziente a perserverare nel raggiungimento degli obiettivi (anche superando le eventuali difficoltà), monitorare i miglioramenti e modificare la dieta per proseguire il programma.

Nello specifico mi occupo di elaborare protocolli dietetici personalizzati per le seguenti condizioni:

Diete fisiologiche per:

  • Bambini
  • Adolescenti
  • Adulti
  • Gravidanza e Allattamento
  • Menopausa
  • Anziani
  • Sportivi
  • Vegetariani
Diete per patologie:
  • Sovrappeso ed obesità
  • Diabete e insulino-resistenzaù
  • Sindrome matabolica
  • Ipertensione
  • Iperuricemia
  • Malattie della tiroide
  • Malattie cardiovascolari
  • Dislipidemie (Ipercolesterolomia e/o Ipertrigliceridemia)
  • Malattie gastrointestinali (reflusso gastro-esofageo, ernia iatale, gastrite, colite, colon irritabile, diverticolite, stipsi, diarrea, gonfiore addominale, meteorismo)
  • Epatopatie (Malattie al fegato)
  • Allergie ed intolleranze (Nichel, celiachia, lattosio, sensibilità al glutine ecc.)
  • Patologie autoimmuni
  • Disturbi infiammatori cronici
  • Disturbi del sonno
  • Sindrome da stanchezza cronica
  • Disbiosi intestinale
  • Longevità e performance psicofisica
  • Prevenzione alle patologie
  • Educazione alimentare
Diete per disturbi del comportamento alimentare:
  • Anoressia
  • Bulimia
  • BED (Disturbo da alimentazione incontrollata) 
Diete per sportivi:
  • Performance, recupero e prevenzione agli infortuni
  • Muscolazione, piani dietetici per l’aumento della massa magra
  • Definizione, piani dietetici per la definizione muscolare

Analisi Bioimpedenziometrica

COS’È LA BIOIMPEDENZIOMETRIA (BIA)?

La Bioimpedenziometria (BIA) è un esame di tipo bioelettrico, rapido e non invasivo, utile per conoscere la composizione corporea di un soggetto e per valutarne lo stato nutrizionale.

Con questa tecnica è possibile ottenere un’analisi completa che, con sensibilità e specificità elevate, è in grado di discriminare se le oscillazioni di peso sono imputabili a oscillazioni di Massa magra, Massa Grassa o Fluidi (liquidi corporei)

I parametri rilevati dal test BIA:

Massa Magra FFM  

Costituita da muscoli, ossa, minerali e altri tessuti non grassi. Contiene approssimativamente il 73% di acqua, il 20% di proteine, il 7% di minerali. Essa è suddivisa in Massa  cellulare corporea BCM (o Tissutale Attiva ATM)  e Massa Extracellulare MEC.

  • Massa Cellulare Corporea –Massa Tissutale Attiva totale delle cellule viventi. Costituisce il tessuto metabolicamente attivo del corpo. Valore che determina il livello di stato fisico. Valori di normalità si attestano intorno al 35% – 40% del peso corporeo.
  • Massa Extracellulare –La Massa Extracellulare è costituita dai fluidi e dai tessuti corporei che si trovano all’esterno delle cellule.

Massa Adiposa (massa grassa) FM

E’ costituita da tutti i lipidi estraibili dai tessuti adiposi e da altri tessuti del corpo. I tessuti  adiposi esterni vengono spesso identificati come grasso cutaneo, mentre i tessuti adiposi  interni vengono identificati  come grasso viscerale.
Il parametro della massa grassa può risultare un dato variabile  in quanto viene calcolato per differenza ed attendibile solo nel caso in cui il soggetto misurato abbia uno stato di idratazione (% ECW nella norma ovvero intorno ad 45%). In questo caso anche i Kg e % di massa grassa saranno attendibili.

Acqua Totale TBW 

Contenuta nella massa libera del corpo è suddivisa in 2 compartimenti: Acqua Intracellulare ICW ed Acqua  Extracellulare ECW.

  • Acqua Intracellulare –Contenuta all’interno della cellula. Le cellule sane mantengono la propria integrità e trattengono i propri fluidi all’interno.
  • Acqua Extracellulare –L’Acqua Extracellulare rappresenta il volume del fluido che si trova all’esterno delle cellule. E’ il parametro  che determina lo stato di idratazione corporea. Il valore di normalità è circa il 45%.

Metabolismo Basale BMR  

 Il Tasso Metabolico Basale espresso in Cal/giorno corrisponde alla quantità di calorie che il corpo brucia in  condizioni  normali di riposo e in un arco di tempo di 24 ore.

Angolo di Fase PhA

L’Angolo di Fase rappresenta un indicatore di stato fisico generale. I valori di normalità si attestano tra 4 e i 9 gradi.

Esso può essere considerato un ottimo indicatore dello stato fisico e dell’integrità cellulare, infatti studi e ricerche effettuati su migliaia di soggetti hanno dimostrato un’elevata correlazione tra l’Angolo di Fase e lo stato di salute cellulare, per questo il PhA è un indicatore ampiamente utilizzato per valutare lo stato nutrizionale.

Bassi valori di Angolo di Fase si ottengono spesso quando nell’esame BIA si ha una bassa Reattanza, condizione riscontrata frequentemente quando è presente deperimento cellulare o alterazione della permeabilità della membrana cellulare; quindi i valori di Angolo di Fase sono molto diversi tra soggetti sani e i soggetti con patologie.

Elevati valori di Angolo di Fase possono essere correlati a grandi quantità di membrane cellulari integre quindi elevata BCM (massa cellulare) oppure a condizioni di disidratazione.

L’Angolo di Fase rappresenta un importante indice prognostico per monitorare la presenza e l’evoluzione dei processi infiammatori cronici. Il valore dell’Angolo di Fase dipende anche dal sesso del paziente analizzato. Gli uomini hanno un valore ideale minimo di sei gradi mentre le donne di almeno cinque gradi.

IL METODO IN DETTAGLIO

La misura viene effettuata posizionando una coppia di elettrodi sul dorso della mano ed un’altra coppia sul dorso del piede del soggetto (tecnica tetra-polare mano-piede); gli elettrodi sono collegati, grazie a dei morsetti, allo strumento di misurazione.

Si fa passare una corrente alternata, impercettibile, di bassissima intensità (800 µA) ed alta frequenza (50 KHz) attraverso gli elettrodi, la quale, viaggiando lungo il corpo, incontrerà resistenze diverse a seconda della composizione dei vari distretti corporei: il bioimpedenziometro registra la velocità e la modificazione di essa (caduta di tensione) e quindi fornisce i dati elettrici rilevati (resistenza e reattanza espresse in Ohm), calcolando l’impedenza dei tessuti attraversati. Il software trasforma poi le misure elettriche rilevate in dati clinici, sulla base di algoritmi che tengono conto dei valori di riferimento della popolazione, delle misure antropometriche del soggetto (peso e altezza), della sua età e del sesso.

STRUMENTO UTILIZZATO

BIA 101 Anniversary Sport Edition è l’Analizzatore dedicato alla valutazione idro-elettrolitica e nutrizionale ed al monitoraggio analitico del comparto muscolare.

Estremamente versatile e preciso, BIA 101 Anniversary Sport Edition è dotato di due moduli di misura:

  1. Misura “Total body”: come nel modello BIA 101 New Edition, fornisce una completa analisi di composizione corporea, con oltre 50 indici qualitativi e quantitativi sviluppati e validati per la valutazione dello stato nutrizionale ed idro-elettrolitico.

  2. Misura segmentale o Bodyscan: è grado di localizzare dove le variazioni di muscolo hanno luogo. La tecnologia Bodyscan è in grado di “mappare” la distribuzione della massa muscolare di nove distretti corporei:
  • Arto superiore destro
  • Arto superiore sinistro
  • Arto inferiore destro
  • Arto inferiore sinistro
  • Emisoma destro
  • Emisoma sinistro
  • Emisoma superiore
  • Emisoma inferiore
  • Tronco

BIA 101 Anniversary Sport Edition è indicato per:

  • Valutazione delle variazioni di composizione corporea nella perdita di peso e in regimi nutrizionali speciali
  • Valutazione e controllo dello stato di nutrizione e idratazione nello sportivo
  • Prevenzione e valutazione del declino muscolare e delle alterazioni idro-elettrolitiche nell’anziano
  • Valutazione e follow-up dei programmi di allenamento e potenziamento muscolare
  • Valutazione e follow-up dello sviluppo corporeo e staturo-ponderale in età pediatrica
  • Studio delle variazioni strutturali e patofisiologiche di tessuti molli e fluidi in piccoli distretti corporei
  • Monitoraggio dello sviluppo di determinati distretti corporei a seguito di nutrizione/preparazione sportiva
  • Problematiche collegate a deplezione muscolare localizzata
  • Valutazione e controllo della morfologia corporea per l’opportuna calibrazione dei programmi di allenamento/recupero,
  • Ricerca: valutazione dei ristagni di fluidi localizzati nel trattamento del linfedema, valutazione elettrica di singoli distretti muscolari (localized BIA).

Test Genetica Nutrizionale

Grazie ai grandi progressi scientifici nel campo della genetica e della medicina personalizzata e alle ricerche scientifiche portate avanti in questi ambiti, oggi è possibile ricavare numerosissime informazioni dallo studio del DNA di grande rilevanza per la nostra salute. Quest’analisi ci può fornire infatti molte indicazioni su eventuali predisposizioni genetiche che influenzano, ad esempio, il modo in cui vengono metabolizzate e utilizzate le sostanze che ingeriamo oppure la suscettibilità dell’organismo e della pelle nei confronti dei fattori esterni.

Allergoline ha messo a punto una serie di test genetici che hanno riscontrato un grandissimo successo tra i professionisti che operano nel campo della nutrizione e della medicina estetica. L’analisi genetica permette infatti di offrire una consulenza ancora più personalizzata e accresce il valore del vostro servizio percepito da parte del paziente.

 

  • PIANO PERSONALIZZATO
    Sulla base dei risultati forniti dal test genetico è possibile pianificare strategie preventive come piani alimentari personalizzati o trattamenti estetici specifici per i pazienti.
  • TAMPONE ORALE
    Il DNA per l’analisi può essere raccolto tramite un tampone a secco orale. Il vantaggio di questo dispositivo è doppio: non è invasivo (a differenza del prelievo di sangue) ed è molto semplice da utilizzare.
  • REFERTO INTERPRETATO
    Per ogni test genetico viene predisposto un referto interpretato che propone le aree di approfondimento scelte con una valutazione per ogni singolo gene e un commento personalizzato.

Test Predisposizione Genetica a Celiachia

Questo è un test genetico di suscettibilità che valuta la maggiore o minore predisposizione di un individuo a sviluppare la malattia celiaca in base alla presenza/assenza di alcuni fattori di rischio riscontarti nel DNA.

La presenza dei geni HLA (DQ2 e DQ8) determina infatti un aumento del rischio di celiachia, a seconda delle diverse combinazioni, fino a circa 14 volte quello della popolazione generale, mentre l’assenza degli stessi fattori rende del tutto improbabile lo sviluppo della malattia.

Il test è indicato a chi presenta sintomi quali gonfiore, dolore addominale, dissenteria o vomito frequenti, costipazione, dimagrimento senza che si siano manifestate patologie diagnosticate, a coloro che hanno familiarità per la celiachia e a coloro che vogliono indagare la propria predisposizione genetica a sviluppare tale patologia.

Test Intolleranza Genetica al Lattosio

Quella al lattosio è la più comune delle intolleranze enzimatiche ed è determinata dall’assenza dell’enzima Lattasi in grado di scindere il lattosio (il principale zucchero del latte) in glucosio e galattosio in modo da renderli assorbibili dal nostro intestino. Nel 90% dei casi questa condizione è riconducibile ad una variazione del DNA nel gene della Lattasi (LCT).

L’intolleranza al lattosio diventa conclamata e si stabilizza nell’età adulta. Per le persone con meno di 30 anni questo test può essere usato per individuare la predisposizione genetica a sviluppare l’intolleranza, mentre per chi ha più di 30 anni può essere utilizzato come sostituto non invasivo del Breath test per stabilire in maniera certa la presenza dell’intolleranza al lattosio.

Ho iniziato il mio percorso universitario nelle Scienze motorie e sportive, conseguendo la laurea nel 2006 presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 ho proseguito gli studi iscrivendomi al corso triennale di Scienze biologiche presso l’Università degli Studi di Milano e nel 2015 ho completato il mio percorso universitario con la laurea magistrale in Scienze della Nutrizione Umana conseguita a pieni voti.

Prima della laurea magistrale ho svolto il tirocinio professionalizzante presso il nuovo “Ospedale degli infermi” di Biella, all’interno del Reparto di Dietologia e Diabetologia                          

Nel 2011 mi sono iscritto al Master di Dietologia e Nutrizione Umana presso la SISRAN FIP di Roma, dove ho conseguito, con il massimo dei voti, il “Diploma Master di Formazione e Perfezionamento in Dietologia e Nutrizione Umana”.                       
Nel 2016 ho ottenuto con il massimo dei voti il Master di I° livello in “Nutrizione Umana Applicata alla Nutrizione Clinica” dell’Università San Raffaele di Roma, mentre l’anno successivo ho terminato (sempre col massimo dei voti) quello in “Nutrizione e Sport” presso l’Istituto di Alta Formazione di Roma.                                                                                                  

Nel 2019 ho conseguito il master di Medicina Nutrizionale e Metabolomica presso l’European Institute of Nutritional Medicine, metodo pratico e collaudato per il trattamento di problematiche croniche e la gestione delle fasi di guarigione utilizzando un approccio basato sui dati della Medicina Nutrizionale e Metabolomica.                                                   

Ho partecipato anche a diversi congressi e corsi di perfezionamento, sempre in ambito sanitario e nutrizionistico.                                                                             

Ho Collaborato con la LILT (Lega Italiana Lotta Tumori) e la FAND (Associazione Italiana Diabetici) come relatore sulla nutrizione preventiva in ambito patologico.

Tel. 371.3795940
max.ciarmatori@synergiapralino.it

PRENOTA UNA VISITA

E’ possibile prenotare una visita anche tramite

Contattami

Chiudi il menu